Feel the Blues with all that Jazz
English (United Kingdom)Polish (Poland)
Home Latin, French, Italian Carlo Buti Carlo Buti - Italia Amata (1958)

Carlo Buti - Italia Amata (1958)

User Rating: / 0
PoorBest 

Carlo Buti - Italia Amata (1958)

Image could not be displayed. Check browser for compatibility.


A1 	Chitarra Romana 	
A2 	Papa Pacifico 	
A3 	'E Cummarelle 	
A4 	Il Primo Amore 	
A5 	Chitarratella 	
A6 	Firenze Sogna 	
B1 	Reginella Campagnola 	
B2 	Sbarazzina 	
B3 	Non Ti Scordar Di Me 	
B4 	Vivere 	
B5 	La Romanina 	
B6 	Rondinella Forestiera

 

Carlo Buti (Florence, November 14, 1902 - Montelupo Fiorentino, November 16, 1963) was an Italian singer known as "the Golden Voice of Italy."

Buti was born near Florence. As a boy, he mastered the Tuscan folk song technique known as "stornello". He ws soon being paid by other men to serenade their girlfriends. He received limited vocal training from Raoul Frazzi and Gino Bechi. He was featured on Italian radio and recorded for Edison Records starting in 1930, but went to Columbia Records by 1934.

Buti has been called the "Frank Sinatra of Italy", because of his preference for the popular songs of the day over the more operatic songs. He retired in 1956 after having recorded 1574 songs. At the time, he was the most recorded voice in Italian music history. His unique warm and melodic "tenorino" style of high quasi-falsetto phrasing sung in the "mezza voce" made him an international success. He also starred in several Italian movies. He passed away at his home in Montelupo Fiorentino, in Tuscany, Italy at the age of 61. ---last.fm

 

Carlo Giuseppe Eugenio Buti (Firenze, 14 novembre 1902 – Montelupo Fiorentino, 16 novembre 1963) è stato un cantante italiano conosciuto in tutto il mondo.

Fin da giovane si fece apprezzare per la sua abilità nella tecnica dello stornello e, dopo gli studi musicali classici sotto la guida di Raoul Frazzi (successivamente maestro di Gino Bechi), iniziò a cantare nelle trasmissioni della allora EIAR (la futura RAI).

Esordì con un repertorio di canzoni napoletane, ma il successo l'ottiene cantantando in "lingua" le romantiche: Portami tante rose (Bixio- Galdieri) e Violino tzigano (Bixio).

Nel 1930 ottenne un contratto di incisione per la Edison Records, che lasciò nel 1934 per passare alla Columbia. A differenza di molti cantanti dell'epoca, Buti adottava uno stile maggiormente assimilabile alla canzone popolare piuttosto che a quello della classica aria da opera lirica in voga al tempo; questo stile particolare, tuttavia, non solo non penalizzò la sua carriera ma contribuì forse a determinare il grande successo che ebbe in carriera.

Carlo Buti fu uno dei protagonisti del Festival della Canzone napoletana del 1931 al Casinò di Sanremo.

Tra le sue interpretazioni di canzoni napoletane più amate un brano lanciato alla radio nel 1946 dalla cantante Ebe De Paulis: Munasterio e Santa Chiara; inoltre molti altri classici della canzone partenopea come: Marechiare Lo ricordiamo anche come attore, nei panni di un giovane tenore nella commedia del 1939 di Guido Brignone Per uomini soli.

Tra i suoi successi anche la versione più conosciuta di: Faccetta Nera incisa per ben due volte (la seconda con il testo modificato). ---italiacanora.net

download (mp3 @320 kbs):

yandex mediafire ulozto gett bayfiles

 

back

 

Before downloading any file you are required to read and accept the
Terms and Conditions.

If you are an artist or agent, and would like your music removed from this site,
please e-mail us on
abuse@theblues-thatjazz.com
and we will remove them as soon as possible.


Polls
What music genre would you like to find here the most?
 
Now onsite:
  • 223 guests
Content View Hits : 129961076